8 – 17 octobre 2012: Trento: Introduzione allo studio del diritto islamico

Introduzione allo studio del diritto islamico
Professore Sami Aldeeb, 8 – 17  ottobre 2012
Facoltà di Giurisprudenza di Trento
Questo insegnamento, aperto a tutti senza limite di numero, è dato nel quadro del corso della Professoressa Erminia Camassa: « Diritto canonico e diritto ecclesiastico ». I non studenti possono anche participarsi, avvisando la Dottoressa Loredana Giacomelli [email protected], tel. 0461 883818. Non dimenticare di iscriversi al facebook del corso per facilitare il contatto tra me e gli studenti: http://www.facebook.com/reqs.php#!/group.php?gid=63370887352
Scaricare gratuitamente il materiale didattico:
Il corso è diviso in due parti:
–         La prima parte, di 7 ore, tratta dei fondamenti del diritto musulmano.
–         La seconda parte, di 7 ore, tratta dell’influenza del diritto musulmano sul diritto statale.
lunedì  8 ottobre ore 17.00-19.00  aula 5;                                                                            
martedì 9 ottobre ore 11.00-13.00  aula 5;          
mercoledì 10 ottobre ore 11.00-13.00  aula 7;
venderdì 12 ottobre, ore 09.00 – 11.00 aula..
lunedì  15 ottobre ore 11.00-13.00  aula 5;
lunedì  15 ottobre ore 17.00-19.00  aula 5;                                                                            

martedì 16 ottobre ore 11.00-13.00 aula conferenza circoncisione;
martedì 16 ottobre 2012 ore 15.00-17.00 aula 5;  

Parte I: Fondamenti del diritto musulmano
 
Capitolo I. Il legislatore
Sezione I. Il potere legislativo appartiene a Dio
Sezione II. Il ruolo dello Stato e delle scuole giuridiche
Sezione III. Mantenimento delle leggi delle altre comunità
Capitolo II. Le fonti del diritto musulmano
Sezione I. Il Corano
Sezione II. La Sunnah
Sezione III. La Sunnah dei compagni di Maometto
Sezione IV. La Sunnah della Gente della Casa del Profeta
Sezione V. Le leggi rivelate prima di Maometto
Sezione VI. L’usanza
Sezione VII. Lo sforzo razionale (ijtihad)
Sezione VIII. Gli strumenti dell’ijtihad
Sezione IX. Le regole e gli adagi giuridici
Capitolo III. L’applicazione della norma
Sezione I. I conflitti tra le fonti
Sezione II. L’interpretazione linguistica
Sezione III. Gli obiettivi del diritto musulmano
Sezione IV. Il contenuto della norma
Sezione V. Il destinatario e il beneficiario della norma
Sezione VI. L’alleviamento della norma
Capitolo IV. L’applicazione del diritto musulmano nel tempo e nello spazio
Sezione I. L’applicazione del diritto musulmano nei paesi musulmani
Sezione II. L’applicazione del diritto musulmano al di fuori dei paesi musulmani
Parte II. Il diritto musulmano nel diritto statale arabo
 
Capitolo I. Il diritto della famiglia e delle successioni
Sezione I. L’assenza d’unità giuridica
Sezione II. La disuguaglianza tra l’uomo e la donna
Sezione III. La disuguaglianza tra musulmani e non musulmani
Capitolo II. Il diritto penale
Sezione I. Le sanzioni musulmane
Sezione II. La pena di morte
Sezione III. La libertà religiosa
Sezione IV. L’etica sessuale
Sezione V. I limiti dello sport
Sezione VI. La libertà artistica
Sezione VII. I divieti alimentari e la macellazione rituale
Capitolo III. Il diritto medico
Sezione I. L’aborto
Sezione II. La limitazione delle nascite
Sezione III. La clonazione umana
Sezione IV. Le mutilazioni sessuali: circoncisione maschile e femminile
Capitolo IV. Il diritto economico
Sezione I. La solidarietà tra poveri e ricchi
Sezione II. La zakat e le imposte
Sezione III. Gli interessi e le banche musulmane
Sezione IV. Le assicurazioni
Sezione V. I beni in comune
Sezione VI. Il lavoro della donna
No comments yet.

Laisser un commentaire